Dediche e visioni dal mondo empirico – 4

Il teatro mi disgusta, ogni volta che ne sento parlare inizio col soffrire di una forte emicrania e mi viene solo da pensare povero me. Sono morti gli autori e gli attori, sepolti sotto il vomito di un per forza recitato. La politica ha ammazzato qualsiasi redenzione, il teatro civile è miseria, quello narrativo spazzatura, quello sperimentale, nauseante. Gli attori sono dei porci. Io vorrei morire quando mi si parla di teatro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...