Salomè

Se non fosse che sussurrare ci è ormai proibito, salomè
avremmo tante idee da vomitarci addosso
e poi ridere sulle fabbriche dei tuoi vestiti
che tagliano piedi su piedi
se non fosse che per le tue sopracciglia
potremmo leccarci e sputare sui nudi
ed essere re in una città di storpi
se non fosse che la vergogna
sono i tuoi discorsi sulla vergogna
e le tue labbra di pudore

E sia che Gesù Cristo mi resuscitasse gli arti
e non sia che chiami le tue mani Gesù Cristo

Ma se questo calice non fosse così pieno di sangue lo allontanerei
se fosse vino lo regalerei ai servi
ma il tuo sangue è vino per i deboli
e certi petali di giorno brillano come i morti
che sono nudi per questo rispettabili
non essere affabile, puttana contemporanea
ammazzami come le tue idee come il profeta
balla per me, lascia tagliarti la lingua
poi fa’ di ogni velo una fossa
e svestiti d’eleganza e vomito

Da Metamorfosi di Cyrano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...